8 Giugno 2015 oroscopo di Simon & the stars

simon

Simon & the stars

Oroscopo di questa settimana! 8 giugno

La voce dell’oroscopo di Simon & the stars è di Nadia Sorrentinonadia sorrentino

Per vedere il profilo di Simon su Facebook  Clicca QUI

 

simon & the stars

simon & the stars

simon

simon & the stars

destro

simon & the stars

simon & the stars

 

 

 

 

Simon & the Stars (https://www.facebook.com/Simonandthestars) è una delle pagine di facebook in costante ascesa, ogni giorno migliaia di persone vi si riversano per leggere l’oroscopo.

Simon ha raccontato di stelle e di pianeti, della loro influenza su di noi. Spiegando, dal punto di vista astrologico, alcuni accadimenti riguardanti il nostro paese ed il futuro.

Credere o non credere a Saturno, a Urano… all’astrologia in generale?

Ognuno in cuor suo può decidere, ma al di là di questo a noi Simon è piaciuto tanto, ci ha affascinato il suo modo di parlare e di spiegare le cose. Siamo lieti, dunque, di poter ospitare, oggi, questa intervista  l’oroscopo di Simon & the Stars.

L’INTERVISTA ESCLUSIVA

– Ciao Simon, benvenuto , Cerchiamo di spiegare perché dovremmo seguire l’oroscopo. Ad esempio, cosa diresti a una persona che non crede all’influenza dei Pianeti sulla vita presente, passata e futura delle persone?

Ciao! Grazie per l’affettuosa accoglienza! Questa è la madre di tutte le domande… da millenni astrologia e oroscopo dividono le persone tra chi la rifiuta con scetticismo e chi se ne lascia condizionare a scapito del libero arbitrio. In mezzo a questi due estremi si pone l’astro-curioso, che osserva gli eventi, cerca di trovare delle interrelazioni costanti e di capire se esiste una ritmica nelle cose, e poi si comporta secondo il proprio senso critico. Noi ci poniamo in questa categoria.

Io non parlerei di “influenza” dei pianeti sulle nostre vite come si parla d’influenza fisica della Luna sulle maree. Io sarei piuttosto portato a credere che esiste una curiosa serie di correlazioni e di corrispondenze (Jung le considererebbe sincronicità) tra alcune nostre funzioni vitali (amore, relazioni, affermazione, razionalità) e alcuni corrispondenti simboli planetari (Venere, Marte, Mercurio). Come se entrambi rispondessero a un comune senso del ritmo e dell’armonia per cui la loro evoluzione segue un certo processo nel tempo.

Se noi sezioniamo un’orchestra e osserviamo ogni singolo strumento, ci sembra che ogni orchestrale sia un mondo a parte, e di quando in quando intuiamo alcune corrispondenze tra ciò che suona il primo violino e gli accenti ritmici del timpanista. Potremmo interpretare questa corrispondenza come una curiosa coincidenza, oppure pensare che il timpanista influenzi il violinista, o viceversa. Ma se noi potessimo osservare l’intera orchestra nel suo complesso, probabilmente ci renderemmo conto che ogni strumentista suona seguendo le indicazioni di un unico direttore d’orchestra. Ecco che ciascuna nota di ciascuno strumento ha un suo senso d’insieme. Tornando a noi, non sono i pianeti che influenzano le nostre funzioni vitali (e gli eventi che ne discendono). Piuttosto, sia gli uni che gli altri seguono le “indicazioni ritmiche” dello stesso direttore d’orchestra, e cioè dell’ordine del cosmo.

Alcuni momenti “accentati” di questi cicli sono particolarmente importanti e corrispondono agli “eventi” che l’astrologia cerca di prevedere. O meglio, di inquadrare nell’intero processo. Questo tipo di astrologia non è legata al singolo “evento” (che è un po’ come il “sintomo” della medicina occidentale) ma allo studio dei cicli di sviluppo e trasformazione delle persone come sistemi in equilibrio (come la medicina orientale)

– Visitando la tua pagina Simon & the Stars (https://www.facebook.com/Simonandthestars?fref=ts), è evidente che non basti un oroscopo generico. Una delle peculiarità della tua offerta è cercare di spiegare la complessità astrologica e le caratteristiche di momenti particolari come la Luna Piena: ma da dove arriva il sapere che l’astrologia diffonde?

Proprio perché la mia visione dell’astrologia è in qualche modo “olistica”, non credo che abbia molto senso fornire un oroscopo basato sugli eventi, quanto piuttosto una lettura di ciascun mese (o di ciascuna settimana) come se fosse una determinata “tappa” di un ciclo. Una determinata tappa alla quale corrispondono determinate funzioni caratteristiche. Sono proprio queste funzioni che generano gli “eventi” descritti dall’oroscopo. Per questa ragione, cerco di non parlare mai di eventi o di previsioni senza aver spiegato la ragione funzionale per la quale ci si può aspettare un certo evento in quella determinata fase del ciclo, in quella specifica tappa del percorso. Quando prendiamo in considerazione il ciclo annuale, lo dividiamo nelle 12 fasi dei segni zodiacali ottenendo l’oroscopo mensile. Quando prendiamo in considerazione il ciclo mensile, lo dividiamo nei 4 momenti fondamentali marcati dalle fasi lunari. Ma è sempre la scomposizione di un ciclo in fasi.

– Sappiamo che ti occupi di altro nella vita e la domanda è: come ti sei avvicinato a questo campo?

Per me è stata una vera chiamata. Dall’oggi al domani nella mia vita c’era l’astrologia e non ne potevo più fare a meno. Ho accantonato più o meno naturalmente le altre letture, razionato il poco tempo libero e l’ho dedicato allo studio di questa infinita, sconfinata e appassionante materia. Più tardi ho appreso che questo fatidico “incontro” (avvenuto il 7/11/2010) corrispondeva ad un importantissimo transito di trasformazione che segna un “nuovo inizio” e che avviene nella vita di ognuno di noi ogni 29 anni. Ma all’epoca, come in ogni incontro fatale, ignoravo questa coincidenza astrologica. Come in ogni incontro fatale, mi sono innamorato e gettato a capofitto in questo nuovo amore.

 



Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
This entry was posted in . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.