Oli essenziali e psicosomatica

di Maria Grazia Torri.

 

Non voglio parlarvi di cosa siano gli oli essenziali, delle loro proprietà o come si utilizzano generalmente, bensì dirvi più semplicemente quello che significano per gli uomini, come esseri unici che si esprimono nella propria storia personale.

Spesso gli squilibri possono portare a malattie, e  possono essere croniche in caso le alterazioni diventino più profonde, in questi casi è possibile favorire la guarigione utilizzando oli essenziali che se usati correttamente (come ad esempio nell’acqua), possono in piccola parte passare nel sangue e aiutare la guarigione.

Le vie di assorbimento delle essenze sono: l’olfatto, la pelle, o la via orale, per ciò è semplice intuire come sia facile applicare l’aromaterapia alla psicosomatica visto la stretta correlazione con l’organismo. Ogni essenza ha un azione specifica veicolata sul nostro corpo ed esattamente come nella psicosomatica crea una reazione  con esso. Gli oli essenziali sono collegati ad aree energetiche del nostro corpo e a seconda di come e dove vengono applicati, possono aiutare a risolvere squilibri fisici o psicologici ad essi connessi, ritrovando così l’armonia. La persona avvertirà così benefici che vanno oltre la semplice cura del sintomo o del disturbo in questione; è per questo che bisogna avvicinarsi all’uso degli oli con una doppia conoscenza quella tecnica e quella intuitiva, analogica.

Ecco alcuni esempi concreti di aromamassaggio psicosomatico:

In caso d’inquietudine utilizzate queste essenze: camomilla, neroli, melissa, ylang ylang e con la punta degli indici in entrambi i lobi delle orecchie massaggiate.

orecchio

Sul punto qui specificato con azione sedativa anche chiamato valium, ne troverete giovamento.

 

Per prevenire attacchi di paura utilizzate queste essenze: arancio amaro, rosmarino, incenso, issopo, nel punto sotto lo sterno, micromassaggio che va fatto con il palmo della mano.

Ultimo micromassaggio che vi propongo è quello che io chiamo del dolce dormire; va eseguito immediatamente prima di coricarsi e va effettuata una manipolazione circolare nella parte inferiore e posteriore dell’alluce, frizionando per un minuto con questi oli: camomilla, mandarino o neroli.

Credo che la predisposizione degli oli essenziali a volatilizzarsi completamente, mostri come tendano all’anima. E’ per questo indispensabile considerare l’uomo come unità indivisibile in cui confluiscono corpo mente e spirito; per tanto l’aromaterapia svolge un ruolo importante anche dal punto di vista psicosomatico.



Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail